Bene! Allora... Qui posterò diverse storie di alcuni  Cattivi Disney. Da chi partiamo?

 

PS:  alcuni di voi si chiederà "ma  che ci azzecca la OST di Biancaneve?" Beh! Non volevo mettere una musica tenebrosa, ma fare in modo di  leggere una specie di Favola.

 

Claude Frollo: Claude Frollo nacque in una famiglia di nobili a Parigi. Ha ricevuto poche attenzioni dai suoi genitori, tanto da abbandonarlo all'età di soli 8 anni nell'orfanotrofio. Non ha compreso il motivo della loro improvvisa decisione di lasciarlo in quel posto. L'orfanotrofio era un posto gelido e inospitale, i bambini erano freddi e distaccati nei suoi confronti. Claude si sentiva terribilmente solo e ogni volta che vedeva dei bambini adottati da nuove famiglie cominciava a scorticarsi le ginocchia con dei pastelli. La rabbia e la freddezza crebbero sempre più in lui fino  a diventare austero e odioso. All'età di 18 anni fu costretto a lasciare l'orfanotrofio, sentendo una profonda mancanza di sua madre si diresse verso casa. Ma appena arrivò lì... li trovo morti. Uccisi dalla peste. Il povero Claude non trovò altri che suo fratello Jehan, che lo accolse nella Cattedrale di Notre Dame. Jehan lo indottrinò ai diritti e doveri di un buon cristiano ma Claude non si sentiva del tutto pronto per intraprendere la carriera di prete. A 20 anni, Frollo si interessò allo studio del Diritto, frequentando un buon Collegio il ragazzo ottenne degli ottimi risultati. Preso il suo titolo di studio Frollo assume l'incarico di Giudice del Tribunale d'Inquisizione. Il suo modo di dettare Legge fu piuttosto pesante e severo, seguendo i valori del Medioevo adoperò la tortura e la condanna a morte per tutti coloro che erano giudicati diversi e inferiori. Purtroppo Frollo ha un brutto difetto: scaricare le sue vecchie frustrazioni sugli Zingari. Ripensando a tutto quello che ha dovuto subire da piccolo rigetta il suo odio verso le razze minori. Ma non dimentica mai la sua profonda Fede e spesso la usa come alibi per commettere crimini atroci. Come uomo ha sempre avuto una natura asessuata, non è mai stato attratto dalle donne per via della sua devozione verso lo studio e la conoscenza. Ma attenzione! Se un uomo virtuoso incontra una bella ragazza che cosa si scatena?  All'inizio desiderava un semplice amore platonico nei confronti di Esmeralda, la bella Zingara, ma dopo un po' di tempo cominciò a desiderare molto di più. Non si può negare che la ragazza non l'abbia provocato durante la Festa dei Folli, no?  In poche parole è un uomo che ha avuto solo delusioni nella sua vita e quello che provoca durante il resto della sua vita non ha fatto altro che distruggerlo ancora di più.

A mio parere, Frollo è il mio antagonista preferito perché ha stile, fascino e carattere. Mi piace molto sia nel Romanzo che nel film Disney, per lui provo una sconfinata compassione. E' una persona che è diventata cattiva per via dei fatti che gli sono successi attorno e non perchè sia stato voluto.

 

Principe Giovanni: Il Principe Giovanni è un adorabile "cucciolo di leone" nato e cresciuto a Londra. Dall'età di 12 anni si è autoconvinto di avere una sepcie di complesso di inferiorità con suo fratello, richiamando così le attenzioni di sua madre.  E' sempre stato viziato e capriccioso. La madre lo accontentava ma lui era insaziabile. Si lamenta spesso del fatto di essere rimasto per troppo tempo solo, il suo brutto carattere lo aveva portato all'isolamento. Spesso si serviva delle amicizie con altri suoi coetanei per ottenere quello che desiderava. Alle volte è ribelle  e  non c'è verso di fermare i suoi strilli insopportabili e i suoi piagnistei isterici, la cosa buffa è che trovò da solo la soluzione; succhiandosi il pollice! XD  Questo gesto può risultare infantile ma per lui è solo un modo per rimanere sereno... anche i bambini fanno la stessa cosa, ma il fatto insopportabile è che questo vizio se l'è portato dietro anche in età adulta!

Sorvoliamo...

 Comunque, qando Riccardo partì per le Crociate in Turchia, Giovanni ne approfittò per rubargli il posto. Da Londra partì per Nottingham insieme al fido Consigliere Sir Biss. Più che Consigliere, Biss fa da badante a Giovanni. Diciamo che Biss è l'amico fidato che tutti vorrebbero avere, ma su questo, Giovanni non ci fa molto caso, anzi è molto diffidente nei suoi riguardi. Il Principe ha un temperamento molto volubile, oscilla tra momenti di euforia e di sclero completo tra i 2 e i 5 secondi al massimo!  Ancora è rimasto attaccato al pensiero di sua madre, cova una gelosia profonda per Riccardo e un odio sproporzionato per Robin Hood. Quindi è un personaggio ossessivo ma mollto particolare, alle volte nasconde tratti molto teneri e dolci.

A mio parere, il Principe Giovanni non apparterrebbe neanche lontanamente ai Cattivi perché è troppo carino e adorabile. Al massimo ci prova a fare il cattivo ma è troppo vigliacco per spingersi oltre, a differenza dei suoi colleghi. E' un altro mio preferito perché sa essere dolce e crudele allo stesso tempo. Il momento in cui lo adoro troppo è quando dorme. Infine è solo un cuocciolo che ha bisogno di affetto, nient'altro. Devo dire che il Giovanni Disneyano è molto meglio del vero Giovanni SenzaTerra. Se facciamo il confronto  notiamo che quello che è veramente vissuto è più crudele.

 

Scar: Scar è un leone solitario che vive nelle Terre del Branco insieme a suo fratello Mufasa. Ha tratti ambigui e spesso lo si confonde per un tipo tranquillo e riservato quando in realtà è freddo e crudele. Quando era ancora un cucciolo aveva sempre l'abitudine di starsene per conto suo, mentre gli altri leoncini lo invitavano a giocare. Dopo un po' di tempo nessuno si interessò di lui, tranne che Mufasa, così cominciò a cambiare atteggiamento diventando scorbutico e irascibile. Una sera si accorse dell'esistenza di una landa desolata (almeno all'apparenza) che si trovava al di là del Cimitero degli Elefanti. Le Terre di Nessuno erano diventate la sua seconda dimora, presto fece conoscenza delle Iene. Ma c'era un problema: Iene e Leonesse non vanno molto d'accordo. Quelle Terre erano popolate dai "Leoni dimenticati", animali che erano stati esiliati dalle Terre del Branco, insieme alle Iene. Scar divenne subito il capo e si guadagnò il rispetto tra le Iene, così decise di trasferirle al Cimitero degli Elefanti. Scar non si accontentò di quel pezzo di terreno, ben presto desiderò tutta la Savana! Ma doveva liberarsi di suo fratello per diventare Re. 

A mio parere, Scar è una delle menti criminali più brillanti che si siano mai conosciute. Ha architettato un perfetto colpo di Stato insieme ai suoi scagnozzi. Ha carisma, stile, fascino, tutte le qualità di un Leader insomma. Nella Classifica è al secondo posto tra i Cattivi e spesso i suoi colleghi pagherebbero oro pur di farsi aiutare da lui, ma la collaborazione non è mai stata il suo forte, se non per sfruttare il prossimo, si intende! 

 

Gran Visir Jafar: Il Gran Visir Jafar è pari a un serpente: striscia intorno alla preda per poi mangiarsela. E' un tipo un po' bizzarro ma ha una mente davvero geniale. E' nato ad Agrabah, in giro si narra che sia cresciuto nel deserto insieme ai Cobra e che abbia appreso magie da loro. Il bastone che erge è un vero Cobra che lui stesso ha tramutato in Avorio dorato, è un potente Scettro che contiene la magia dei serpenti: l'ipnosi. Jafar è conosciuto per le sue grandi doti di ipnotizzatore, persino il Sultano è rimasto vittima dei suoi inganni. E' un uomo che è sempre stato attratto dalla Magia Nera, tanto attratto che ne desiderava sempre di più. In tutta Agrabah circolavano voci su una misteriosa Lampada nascosta nella Caverna delle Meraviglie. Jafar cercò quella Caverna in lungo in largo per tutto il deserto ma senza successo, così consultò giorno e notte vecchi Libri di Incantesimi e di Evocazioni finché non trovò la Formula per richiamare la fantomatica Caverna: cercare il Talismano dello Scarabeo Dorato. Il Talismano è diviso in due parti e sono nascosti negli angoli della città. Jafar si affida a un ladruncolo per ottenere le 2 parti dello Scarabeo. Finalmente Jafar riesce a trovare la Caverna ma la Formula non era del tutto completa, mancava il Diamante allo stato grezzo per completare l'opera. Jafar va alla ricerca di altri ladruncoli finché non incontra Aladdin. Una volta ottenuta la Lampada, Jafar chiede al Genio 3 desideri: diventare Sultano, Stregone  e infine un Genio Onnipotente. Ormai la sua brama di potere era stata soddisfatta, aveva tutto il potere dell'Universo nelle sue mani: aveva realizzato il suo vero desiderio nascosto.

A mio parere, Jafar è un antagonista davvero particolare, sa trattenersi rispetto agli altri suoi colleghi e mostra la forza quando ce n'è davvero bisogno. E' da ammirare la sua calma apparente. Per quanto riguarda il suo lato... "amoroso"  è come incuriosito dalle donne un tantinello ribelli, ed ecco spiegata la ragione per cui era tanto attratto dalla Principessa Jasmine.

 

Governatore Ratcliffe: Il Governatore John Ratcliffe è un uomo che ha conquistato il suo posto in società ricattando e imbrogliando il Re Giacomo. Nacque a Londra da una famiglia di ceto medio, era un mediocre studente e un pessimo lavoratore. All'età di 20 anni, Ratcliffe cominciò ad averne abbastanza del suo titolo, si lamentava che la sua famiglia non avesse abbastanza denaro per soddisfare i suoi inutili capricci. Passati altri 5 anni della sua vita, John cominciò ad avvicinarsi all'alta nobiltà inglese e ad essere attratto dal profumo della fama e del potere. Per Ratcliffe voleva dire l'inizio di una nuova vita, di non dover più dipendere da nessuno e soprattutto di non essere deriso dai suoi familiari. Per uno strano scherzo del destino il Re Giacomo comincò ad interessarsi a Ratcliffe notando in lui uno spiccato talento nel tener testa agli altri. Re Giacomo gli offrì l'opportunità di servirlo e di accoglierlo nel suo castello, finché non ottenne la nomina di Governatore. Dopo poco tempo l'uomo cominciò ad approfittarsi dei fondi donati dal Re spendendoli in spese futili, così il Re gli revocò la nomina. Ratcliffe sentendosi umiliato si recò subito dal Re per porre le sue scuse, in questo modo il Re gli offrì un'altra chance: fondare una terra nuova con il suo nome. Ratcliffe accettò la richiesta clemente del Re e così si diresse in Virginia in cerca di fortuna.

A mio parere, Ratcliffe è l'antagonista che più detesto perché è presuntuoso e odioso per certi versi. E' un insensibile nei confronti della natura e verso gli Indiani. Non mostra alcuna pietà, è disposto a tutto pur di ritornare dal Re vincitore, ma alla fine ottiene l'effetto contrario.

 

Capitan Uncino: Il Capitano Giacomo Uncino è l'uomo più gentile e nobile del mondo ma anche uno spietato pirata e spadaccino, possiede il dono dell'ambiguità. E' un personaggio malinconico e triste, e spesso è in grado di provare compassione. Nacque nei pressi di un porto abbandonato della lontana Londra, figlio di una madre tessitrice e un padre ubriaco. Fin da piccolo ha sempre sognato di fare il pirata, spesso si nascondeva nei possenti vascelli solo per incontrare dei veri pirati. La sua infanzia è molto travagliata, sua madre non lo accudiva abbastanza mentre suo padre lo obbligava a comprare il vino. Messi da parte i suoi sogni, all'età di 18 anni, Giacomo cominciò a prendersi cura di sua madre, ormai malata. Il padre li ha abbandonati. Morta sua madre, Uncino cominciò a vagare per tutta la città senza meta, una sera in un bar malfamato conobbe il simpatico Spugna. Giacomo contagiò Spugna con i suoi sogni, così decisero di costruire la Jelly Roger e da quel momento reclutarono nuovi pirati. Finalmente la Jelly Roger era pronta, non rimaneva altro che salpare! Una notte mentre tutto l'equipaggio era caduto nel sonno più profondo un' enorme stella inghiottì la nave e così, come per magia, si ritrovarono nella bellissima Isola che non c'è. Uncino ricordava di averlo sognato quel posto ma non ci fece molto caso finchè... non conobbe Peter Pan! Un piccolo difetto di Giacomo è che odia i marmocchi e quindi dichiarò guerra eterna con Peter, ma il ragazzo, durante uno scontro, riuscì a tagliargli la mano e a darla in pasto al coccodrillo. Da quel momento, Uncino ebbe un unico chiodo fisso in testa: liberarsi di Peter Pan.

A mio parere, Giacomino è un personaggio molto buffo e pieno di qualità: scrive belle poesie e sa suonare molto bene il pianoforte. E' un gentiluomo con le bambine, specialmente con la piccola Wendy, forse non sarà di bell'aspetto ma nasconde un gran cuore (quando ne è capace).

 

Dr. Facilier: Il Dr. Joseph Facilier  nacque in Luoisiana, fu abbandonato in un orfanotrofio malconcio nei pressi di un ghetto. Joseph è cresciuto con l'invidia verso i bambini che erano spensierati e felici, ha sempre tenuto un temperamento calmo e paziente ma dentro di sè ha sempre richiamato la sospirata libertà. A 14 anni scappò dall'orfanotrofio recandosi senza meta per le strade della Louisiana. Un giorno incontrò uno Stregone, un praticante del Voodoo, il ragazzo rimase affascinato dall'immenso potere che scaturiva questo tipo di Magia Nera. Dopo 4 anni, Facilier uscì dall'Università di Arti Occulte a pieni voti, guadagnandosi la fama e il titolo di Dottor Facilier. In Louisiana ebbe la possibilità di accrescere le sue doti in compagnia dello Stregone misterioso, ma ben presto desiderò la libertà. Scappare da quella noiosa città per conoscere nuovi posti, e i suoi viaggi lo portarono a New Orleans, la città Mezzaluna. Visse come un mendicante in quella città, inventando pozioni di ogni tipo da vendere alla gente. Durante il suo corso di perfezione e di formazione, Facilier in un sogno incontra gli Amici dell'Aldilà, strane creature che possono impossessarsi di una persona in grado di praticare a pieno il Voodoo. Da quel sogno, Joseph si accorse che la Magia Nera lo stava letteralmente divorando e presto si rese conto che doveva a tutti i costi provare questo potere su qualche vittima. Tra le strade di New Orleans giravano voci sull'arrivo di un certo Principe Naveen. Questa è l'occasione perfetta per Facilier! Ma c'è un problema: non aveva tenuto conto che i suoi "Amici" gli si potessero rivoltare contro!

A mio parere, Facilier è un altro antagonista che ammiro. Avevo notato caratteristiche in comune con Jafar. All'apparenza risulta dolce e innocuo ma in realtà è un ricattatore e approfittatore. E' un'anima libera e detesta la compassione e la generosità, la sua brama di potere non ha limiti! Odia a morte Mamma Odie, anche lei Strega Voodoo ma praticante della Magia Bianca.

 

Gaston: Gaston nacque a BelleVille, nei pressi di Parigi, una tranquilla cittadina piena di sole, immersa nella natura. Non si può raccontare molto di lui, perché marinava la scuola e passava il suo tempo insieme alle belle ragazze. Ha sempre avuto una forte predilezione per la caccia, da hobby è diventata la sua professione. Con i soldi guadagnati, Gaston comprò una taverna nella quale si ubriaca tutte le sere. Per tanti anni si è goduto la vita tra donne, monete d'oro e birra, finché cominciò ad esserne stufo e nauseato. Apparentemente Gaston può risultare antipatico per i suoi modi da sbruffone ma in realtà è solo una tecnica per trovare una brava ragazza che possa prendersi cura di lui. Alla propria natura non si può mai scampare, del resto ha adottato lo stesso "trucco" con Belle e ha ottenuto solo delusioni. 

A mio parere, Gaston è l'antagonista che detesto, è tutto quello che rappresenta l'uomo di oggi: arrogante, presuntuoso e bullo. Alle volte è difficile da reggere, specie quando si mette a parlare dei suoi trofei... Insopportabile! Non ha mai apprezzato la cultura, anzi la sempre derisa! Che dire? E' primordiale, come sostiene Belle.

 

 


Informativa sulla privacy
Home page gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!